Codice deontologico
Art. 4 - Doveri di dignità, probità e decoro
Image


L’ associato deve improntare la propria condotta all’osservanza dei doveri di probità, dignità, decoro e professionalità, secondo il principio generale di moralità.

L’ associato è soggetto a procedimento disciplinare anche per fatti estranei ai suoi rapporti con l’Istituto, con gli altri associati e con i terzi in genere, ed inerenti la propria sfera privata, purchè divenuti pubblici quando questi si riflettano sulla sua reputazione professionale o compromettano comunque il buon nome e l’ immagine dell’Istituto.